DSC_0377

Poêlée de Saint-Jacques à l’orange

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

San Valentino è passato e non ho mosso un dito in cucina … oggi però 15 febbraio, fuori da ogni cliché ho voluto sperimentare una ricetta francese raffinata, ma semplice da eseguire. Quindi pronti via : la Poêlée de Saint-Jacques à l’orange, che poi in italiano sarebbe una “padellata di capesante all’arancia”.
A causa di un errore di comunicazione, il mio fido compagno di vita ha acquistato per me 6 capesante fresche, nella loro conchiglia. Quando me le ha presentate tutto raggiante, io stavo per svenire a pensare di doverle “pulire”, poverine … ho pensato a 10 anni fa in Giappone, la signora che mi ospitava a casa sua, mentre gettava in un brodino bollente delle vongole vive, al mio “poverine” mi ha risposto “ma loro sono onorate di diventare brodo per noi stasera”. Al di là del possibile senso dell’onore delle capesante io consiglio di acquistarle già pulite ed eventualmente senza la conchiglia, e di limitarne il consumo ad occasioni speciali, poi ognuno faccia ciò che crede.

DSC_0353

Ingredienti per 2 persone :
6 capesante
1 arancia
2 cucchiai di panna da cucina
Dell’erba cipollina fresca
1 scalogno
1 cucchiaino di Gran Marnier
1 noce di burro
Sale e pepe q.b.

DSC_0386

Con un coltellino affilato tagliare parte della scorza dell’ arancia in striscioline sottili (circa ¼ della superficie del frutto) eliminando la parte bianca spugnosa. Spremere l’arancia e conservarne il succo da parte.
In una padella antiaderente far sciogliere una generosa noce di burro e una volta leggermente biondo, aggiungere le capesante. Rosolarle da entrambi i lati per circa 3 minuti, poi aggiungere sale e pepe.
Togliere le capesante dalla padella e tenerle in caldo. Nel fondo di cottura della padella aggiungere lo scalogno finemente tritato, le scorzette d’arancia, il succo dell’arancia, il cucchiaino di Gran Marnier (se non lo avete non è essenziale)e la panna. Rimettere sul fuoco e ridurre il composto a 3/4. Aggiungere a questo punto l’erba cipollina e le capesante. Farle rosolare per meno di un minuto sui due lati e togliere dal fuoco.
La ricetta originale richiederebbe ancora una noce di burro nel momento in cui le capesante vengono rimesse in padella, io ho pensato che fosse già abbastanza così.
Ho accompagnato il piatto con del riso Thai al vapore.

DSC_0368

Categories: Cucina, Ricette, Secondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *