piatto

Pasta fresca alla barbabietola rossa, noci e Roquefort

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Domenica mattina il cielo era di un azzurro terso. Sono andata al parco con il cane e i colori autunnali degli alberi risplendevano alla luce del sole. Tutto questo mi ha messo di buon umore e mi è venuta voglia di preparare un bel pranzetto, un po’ calorico forse, ma come dicono i giapponesi “shokuyoku no aki” 食欲の秋 , cioè l’autunno è la stagione in cui viene appetito…
Sedici di TerraL’ispirazione in realtà mi è venuta dal contest Sedici: l’Alchimia dei sapori, che in questo mese propone gli ingredienti della famiglia di Terra e io ho scelto di giocare con l’abbinamento barbabietola – noce, come proposto nel blog Menta & Salvia.

 

 

Una volta a casa, mi sono lavata bene le mani e mi sono rimboccata le maniche! Ho disposto gli ingredienti sul piano di lavoro, ho tirato fuori il mattarello  e ho preparato della pasta fresca di un bel colore rosa acceso alla barbabietola, che ho saltato poi in padella con una salsa a base di formaggio Roquefort e noci.

 

ingredienti

Ingredienti per 4 persone:

Per la pasta:

  • 300 g di farina
  • 2 uova
  • 1 barbabietola/ rapa rossa precotta media
  • Sale q.b.

Per la salsa:

  • 50 g di formaggio Roquefort (anche il Gorgonzola va benissimo)
  • ½ bicchiere di latte
  • 5-6 noci
  • Pepe q.b.

(io l’ho preparata per solo due persone quindi ho dimezzato gli ingredienti)

ingredienti (2)

Ho iniziato preparando la pasta. Devo dire che sono un’absolute beginner per quel che riguarda la pasta fatta in casa e temevo che fosse molto difficile, invece con un po’ di buona volontà e decisione (visto che non ho né robot da cucina, né nonna papera) me la sono cavata piuttosto bene.
Ho tagliato a cubetti la barbabietola rossa e l’ho ridotta in purea con l’aiuto di un mixer.
In un recipiente ho messo la farina e il sale, ho creato con le mani un piccolo cratere dentro il quale ho messo le uova. Ho iniziato ad amalgamare gli ingredienti, dopo di che ho aggiunto la barbabietola rossa ed ho iniziato ad impastare. È bene tenere a portata di mano la farina, non solo per infarinare il piano di lavoro dove è più comodo impastare a mano rispetto alla ciotola, ma anche per aggiungerne delle piccole quantità per raggiungere la consistenza desiderata della pasta. Una volta ottenuta una bella palla liscia, si può iniziare a stendere. Io l’ho fatto con il mattarello, quindi ci ho messo un buon quarto d’ora. Ho portato la pasta ad uno spessore di un paio di millimetri.

sfoglia

Poi ho spolverato la sfoglia con della farina e l’ho avvolta su se stessa creando un piccolo rotolo, che poi ho tagliato con un coltello affilato a rotelle della larghezza di un centimetro e mezzo. Poi le ho srotolate ottenendo delle pappardelle di un bel rosa acceso.

rotolini
Ho messo l’acqua sul fuoco e mentre aspettavo che bollisse ho preparato la salsa.
Ho tagliato il formaggio a dadini e l’ho messo in una padella wok antiaderente a fuoco medio, ho aggiunto il latte e ho fatto sciogliere il Roquefort, poi ho aggiunto le noci e ho dato una spolverata di pepe.
Quando l’acqua ha raggiunto il bollore ho aggiunto il sale e la pasta. Ho fatto cuocere per circa cinque minuti. Il tempo di cottura è comunque indicativo perché dipende da vari fattori, non ultimo lo spessore della pasta, quindi è meglio sempre assaggiare…
Ho scolato la pasta è l’ho fatta saltare a fuoco vivace nella padella con il Roquefort e le noci, poi ho impiattato decorandola con dei gherigli di noce e una generosa macinata di pepe. Mmm, buonissima!

 

????????????????????????????????????

Categories: Cucina, Primi, Vegetariano

2 comments

  • Betulla

    é sempre bello passare di qui…atmosfera golosa, serena e curiosa! Sono contenta che sedici sia stato lo spunto per impastare e tirare fuori il mattarello: fare la pasta in casa è una magia che riempie di soddisfazione..E poi queste tagliatellone rosa sono anche coordinate con la palette del blog!! J’adore…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *