DSC_0313

Moules marinières

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Non avrei mai immaginato che uno dei piatti tipici locali, in realtà in comune con il vicino Belgio, fosse  “les moules frites”, cioè una marmitta di cozze, accompagnata dalle patatine fritte. A Lille durante il week end della braderie ne vengono consumate a tonnellate.

Ieri ho comprato una certa quantità di cozze in pescheria, perché avevo in mente di preparare una pasta alla scogliera, ma poi ho cambiato idea. Stasera mi rimanevano queste moules in frigo, così ho pensato alla ricetta che mi ha passato il mio collega Jean-Pierre, lilloise da generazioni. Quindi, trasportata più dalla curiosità che dall’entusiasmo mi sono lanciata in questo esperimento.

Ingredienti per 2 persone:
Cozze galore
½ cipolla
1 scalogno
1 spicchio d’aglio
1 carota
1 gamba di sedano
1 bicchiere di vino bianco secco
1 cucchiaio di farina
1/2 cucchiaio d’olio
Timo, 2 foglie di alloro
Sale e pepe q.b.

Lavare le cozze accuratamente, togliere la “barbetta” e grattare la conchiglia con una paglietta o con la lama di un coltello per eliminare le impurità. Risciacquare abbondantemente con acqua fredda. E non è esattamente un esercizio che consiglierei per passare il tempo.
Tagliare finemente la cipolla, lo scalogno, il sedano. Pelare e tagliare a rondelle le carote. Preparare il fondo della pentola con un giro d’olio (la ricetta originale prevedrebbe un soffritto su base di burro, ma io ho preferito l’olio d’oliva) e versare le verdure. Fare soffriggere per un paio di minuti, poi aggiungere il timo, le foglie d’alloro, il cucchiaio di farina e mezzo bicchiere di vino bianco. Coprire la pentola e lasciare cuocere per 5 minuti. Aggiungere a questo punto le cozze, il resto del vino bianco, sale e pepe. Mescolare, rimettere il coperchio e lasciare cuocere per circa 15 minuti a fuoco medio, fin che le cozze non si saranno aperte. Finire con una manciata di prezzemolo fresco. Io le ho servite un due ciotole da zuppa, in realtà normalmente vengono lasciate direttamente nelle piccole marmitte dove vengono cotte. Mmm, je me suis regalée..!

DSC_0333

Consiglio di accompagnare la vostra scofanata di cozze con abbondanti patate fritte, birra fresca e  Stromae.

Categories: Cucina, Ricette, Secondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *