Lasagnetta Zucca, Montasio e Bacon

Lasagnetta Zucca, Montasio e Bacon

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Oggi abbiamo preparato insieme il pranzo della domenica nella mia mini cucina di Bruxelles (3 metri quadri di simpatia e spintoni). Abbiamo deciso che l’unico modo per combattere le condizioni meteo avvilenti fosse cucinare una lasagnetta confortante, che strizzasse l’occhio alla patria lontana.
Nata dal freddo e dallo sciovinismo domenicale ecco a voi la lasagnetta di Zucca Montasio e Bacon.

Ingredienti per 4 persone mediamente affamate:

  • 100 g di Bacon affumicato tagliato sottile
  • 200 g di Montasio (stagionatura mezzana dai 6 mesi in poi)
  • Parmigiano grattugiato qb
  • una confezione di fogli per lasagna (preferibilmente freschi, da banco frigo)
  • un rametto di salvia
  • un porro
  • 800 g di Zucca (Zucca grigia di Bologna, Butternut o Uchiki Kuri)
  • Sale
  • Pepe
  • Olio extravergine d’Oliva

Per la besciamella:

  • Latte intero fresco 700 ml
  • 150 g di burro
  • Sale
  • Noce moscata
  • 80 g di Farina 00

Parmigiano Reggiano grattugiato

Ingredienti Lasagnetta (i latticini)

Porro tagliato finemente

zucca_sito

Mondate il porro scartandone le radici, lo strato più esterno e la parte verde scuro. Sbucciate la zucca con un coltello affilato e molta pazienza, togliete i semi con l’aiuto di un cucchiaio (se è fresca non dovrebbe sfilacciarsi eccessivamente). Tagliate la zucca a cubetti di 2 cm circa, affettate finemente il porro.

Versate in un tegame (meglio se antiaderente o di ceramica) tre cucchiai di olio extravergine d’oliva. Quindi fate soffriggere il porro fino a renderlo leggermente dorato. Aggiungete la zucca, salate pepate e coprite con un coperchio. Aggiungete mezzo bicchiere d’acqua se necessario. La zucca e il porro dovranno cuocere a fuoco medio per una ventina di minuti circa. A 3 minuti dalla fine della cottura aggiungete alcune foglie di salvia, o di timo fresco se lo preferite.
Frullate con un frullatore ad immersione un terzo della zucca rosolata fino ad ottenerne una crema .
Affettate il Montasio a cubetti di circa 0.5 – 1 cm, grattugiate il Parmigiano Reggiano.

Preparate la besciamella.

In un pentolino fate scaldare il latte intero. In un secondo tegame fate sciogliere il burro facendo attenzione a non farlo scurire, rimuovete il tegame dal fuoco, aggiungete la farina a pioggia mescolando con un cucchiaio di legno, riposizionate il pentolino sul fuoco (dolce) per far dorare il roux, la base addensante per la besciamella. A questo punto aggiungete il latte preriscaldato, la noce moscata e il sale e portate lentamente a ebollizione mescolando con una frusta. Le dosi di burro, latte e farina possono essere rivisitate a seconda della texture che volete dare alla besciamella.

A questo punto potete comporre la lasagnetta. Agguantate con decisione una teglia da forno (in terracotta o in pirex), versate tre cucchiai di besciamella, ricoprite con i fogli per lasagna e quindi alternate uno strato di besciamella, uno di zucca frullata, uno strato di zucca a cubetti e porro rosolati, alcuni pezzettini di bacon, dei cubetti di montasio e del parmigiano grattugiato. La nostra versione era alta circa 6 cm e composta da 4 stati di pasta.

lasagnetta

Servite la lasagnetta con un buon bicchiere di vino rosso. Noi abbiamo scelto il Refosco dal Peduncolo Rosso IGT della tenuta Vigna Lisa

Variazioni sul tema e indicazioni

Se non avete idea della differenza tra una zucca butternut o un Uchiki Kuri, non vi preoccupate non siete i soli. Ad assistervi c’è Mimma Pallavicini

Il Montasio è un formaggio vaccino di origine protetta che viene prodotto e stagionato in Friuli e nel Veneto Orientale: www.formaggiomontasio.net .

A Bruxelles potete acquistarlo in alcune bancarelle al Marché du Midi (la domenica mattina nei pressi della Gare du Midi), o al Marché du Parvis de Saint Gilles (aperto tutte le mattine dalle 7 alle 13 o il giovedì da mezzogiorno alle 22).

Se non riuscite a reperire il Montasio non disperate. Un Formaggio vaccino (Comté o un caprino molto stagionato) faranno comunque al caso vostro.

Categories: Primi, Ricette

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *