Quinoa

Insalata di quinoa

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

All’affacciarsi del primo sole di febbraio mi sono emozionata e ho comprato, come l’ultima dei nordici sprovveduti, una piantina di basilico. Appena uscita da una serra olandese, la piantina si è mantenuta verde e rigogliosa per due giorni. Oggi, all’apparire delle prime macchioline marroni sulle foglie ho preso la decisione di utilizzare la piantina in tutte le ricette di questa settimana, per non rendere vano il suo sacrificio. Comincio da subito con un piatto veloce e comodo per la pausa pranzo in ufficio o per un pic-nic: l’insalata di quinoa, peperone, zucchina, pomodorini, feta, avocado e basilico.

Ingredienti per due persone

  • 150 gr di quinoa
  • 1 peperone rosso
  • 1 zucchina
  • 1 cipollotto fresco
  • 8 pomodori datterini
  • 50 gr di feta o formaggio caprino fresco
  • ½ avocado
  • Basilico
  • Sale e pepe
  • 2 cucchiaio d’olio extravergine d’oliva

Quinoa

avocado

Zucchino

Peperone

Sciacquate la quinoa con abbondante acqua fredda per rimuovere residui di saponina che la renderebbero amara. Fate bollire la quinoa per circa 15 minuti in acqua leggermente salata.

Nel frattempo affettate il peperone e la zucchina a cubetti molto piccoli, per ridurre al minimo il tempo di cottura e saltateli in una padella molto calda insieme al cipollotto fresco e al peperoncino. Se la padella/wok è antiaderente potrete evitare di utilizzare olio in questa fase.

Scolate la quinoa, unitela alle verdure saltate e fate raffreddare. Aggiungete la feta, l’avocado, i pomodorini, il basilico e un cucchiaio d’olio d’oliva.

Mettete la giacca afferrate l’abbonamento o le chiavi della macchina e volate in ufficio.

Insalata di quinoa

 

La quinoa è uno psudo-cereale originario delle Ande a elevato contenuto proteico e privo di glutine. Il blog Greenme ci elenca tutte le proprietà benefiche di questa pianta.

Note di sostenibilità

Negli ultimi anni la quinoa è diventata di uso quasi comune in Europa e negli Stati Uniti. La domanda di quinoa è cresciuta spaventosamente con effetti prevedibili sul prezzo del vegetale e sulla sicurezza alimentare dei paesi produttori. Cerchiamo dunque di limitare il nostro consumo di quinoa e assicuriamoci di acquistare un prodotto la cui sostenibilità sia certificata.

A tal proposito: The Guardian e D Repubblica

Categories: Light, Pausa pranzo, Primi, Ricette, VEG, Vegetariano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *