chiffon-cake

Chiffon cake al cappuccino

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

autunno

L’avanzare dell’autunno riporta l’ispirazione nella mia cucina: oggi ho sperimentato qualcosa di nuovo: la chiffon cake. La sua ricetta sembra essere stata ideata da un assicuratore californiano agli inizi degli anni Trenta del secolo scorso. La caratteristica principale di questo dolce è la consistenza, eccezionalmente morbida e leggera. Questa particolare morbidezza si ottiene grazie al particolare metodo di lievitazione che unisce il potere del lievito chimico all’ariosità della montatura delle uova. L’ho preparata per la prima volta oggi e ne sono rimasta sorpresa: difficilmente ho assaggiato un dolce tanto soffice. Ho aromatizzato la mia prima chiffon cake con cacao, caffè e latte, al primo assaggio mi ha ricordato il profumo del cappuccino. Ne esistono molte altre versioni, nel corso delle prossime settimane ne proverò sicuramente un’altra.

Ingredienti:

  • 6 uova bio a temperatura ambiente
  • 180 ml di latte
  • 120 ml di olio di semi
  • ½ cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 225 gr di farina
  • 30 gr di cacao amaro
  • 25 gr di caffè solubile
  • 200 gr di zucchero
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro (facoltativo)
  • 1 pizzico di sale

Miscelare tutti gli ingredienti secchi (farina, cacao, caffè, zucchero, lievito e sale) in una ciotola, avendo cura di setacciare il cacao e la farina per eliminare i possibili grumi. Separare gli albumi dai tuorli. Aggiungere alla miscela degli ingredienti secchi, i tuorli il latte e l’olio. Mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto liscio e piuttosto morbido.
Montare a neve ferma gli albumi con le fruste elettriche o in una planetaria, aggiungendo il cremor tartaro a metà del processo.
Incorporare gli albumi al composto base della torta, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per evitare che gli albumi si smontino. Si otterrà un composto chiaro e arioso.
Versare il composto nello stampo da chiffon cake (metto il link qui) senza imburrarlo; è importante che la torta rimanga ben incollata allo stampo nella fase del raffreddamento. Infornare a 170°, forno statico, per 60 minuti circa, nel ripiano più basso (non a contatto con la superficie del forno). Una volta terminata la cottura, il dolce va estratto  e lasciato raffreddare per un paio d’ore all’interno dello stampo capovolto in modo che la pasta rimanga soffice e alta anche grazie alla gravità. Se non si possiede lo stampo da chiffon cake con i caratteristici piedini che lo mantengono sollevato e permettono il passaggio dell’aria da sotto, si può capovolgere lo stampo classico su due supporti, ad esempio due piati o due mug, in modo da lasciare lo spazio necessario al passaggio dell’aria per il raffreddamento del dolce.
Estrarre la torta dallo stampo, aiutandosi con un coltello per staccarla dai bordi dello stampo.

Possiamo accompagnare la chiffon cake con una crema al cioccolato, ricoprirla con una glassa o con dello zucchero a velo.

chiffon-cake-1

Categories: Cucina, Dolci, Ricette

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *