????????????????????????????????????

Tisana detox, zenzero e curcuma

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Fuori fa molto freddo oggi, ma il cielo é finalmente di un bell’azzurro pulito. Otto dorme nella sua cuccia e io ho una lista infinita di cose da completare prima di domani mattina. Prendo, lascio le cose a metà con il risultato che c’é un’enorme confusione attorno a me… La soluzione é fermarmi un attimo, bere una tisana calda, schiarirmi la mente e ricominciare tutto da capo. Ho tutti gli ingredienti a casa: lo zenzero fresco, un limone e della curcuma in polvere. Giusto il tempo di far bollire l’acqua e lasciare riposare gli ingredienti nella teiera e il gioco é fatto. Mentre scrivo il post bevo la mia tisana, già inizio a vederci più chiaro… Il sapore é intenso e avvolgente, perfetto per questo pomeriggio d’inverno, ma sono certa che anche in estate, una volta fredda con un po’ di ghiaccio sarà una bevanda ottima e rinfrescante.

 

Ingredienti:

  • 2/3 pezzetti di zenzero fresco tagliato sottile
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 2 spicchi di limone
  • acqua bollente

 

Far bollire l’acqua, aggiungere gli ingredienti in una teiera o direttamente in una tazza, comprire con l’acqua e lasciare in infusione per una decina di minuti. Filtrare e dolcificare a piacere con un cucchiaino di miele.

 

 

Categories: Light, Pausa pranzo, Ricette, VEG, Vegano, Vegetariano

vellutata1

Vellutata di sedano rapa

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Scopro oggi per la prima volta il sedano rapa, ortaggio dall’aspetto bitorzoluto e minaccioso, ma ricco di sali minerali e dal sapore deciso. Con la temperatura attorno allo zero e il vento che soffia di continuo da settimane, tutto quello che voglio per pranzo oggi é una bella zuppa calda. Perché non provare quindi qualcosa che non ho mai cucinato prima? Mi armo di coltello da chef, mi avvicino con circospezione alla radice sconosciuta e … a noi due!

 

Ingredienti:

  • 1 sedano rapa
  • 2 patate piccole
  • 1 cipolla
  • 1 carota piccola
  • 1/2 l di acqua circa
  • 1/2 cucchiaio di sale grosso
  • 1 cucchiaio di latte di mandorle
  • 1 cucchiao di olio evo a freddo
  • 1 cucchiaino di erba cipollina disidratata
  • 1 manciata di crostini
  • sale e pepe qb

collage sedano rapa

Pelare il sedano rapa, le patate e la carota. Tagliare a pezzi regolari tutti gli ingredienti e metterli in una pentola capiente, aggiungere la cipolla tagliata grossolanamente e ricoprire con l’acqua fredda. Io ho aggiunto circa mezzo cucchiaio di sale grosso, ma é possibile aggiungere il dado vegetale se si vuole un sapore più deciso.

Portare ad ebolliziole e lasciare cuocere per circa un quarto d’ora (con la pentola a pressione 7-8 minuti dal fischio sono sufficienti). Portare a crema con un frullatore ad immersione, aggiungere un cucchiaio di latte di mandorle (o panna vegetale), assaggiare e aggiustare con sale, pepe ed un giro di olio d’oliva a crudo.

Mettere sulle ciotole e decorare con dei crostini e una spruzzata di erba cipollina.

Categories: Cucina, Light, Pausa pranzo, Primi, VEG, Vegano, Vegetariano

????????????????????????????????????

Insalata di finocchi, arance e olive nere

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

La ricetta di oggi é un’insalata estremamente semplice, fresca e leggera, fatta con frutta e verdura invernale. La preparo spesso come contorno “alternativo”, per accompagnare i secondi di carne o pesce. Mi piace anche gustarla da sola, come piatto unico, soprattutto in periodi come questo, quando devo cercare di rientrare con dignità nei miei pantaloni.

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 finocchio
  • 1 arancia
  • 7-8 olive nere
  • sale, pepe qb
  • olio evo
  • 1 cucchiaino di sesamo nero

collage ingredienti

Lavare il finocchio e tagliarlo a striscioline sottili. Togliere la buccia all’arancia eliminando completamente la cuticola esterna e le parti bianche, tagliarla a fettine. Riporre gli ingredienti in una terrina, aggiungere le olive nere, qualche ciuffetto delle foglioline verdi del finocchio, il sesamo e condire con un giro di olio extravergine d’oliva, sale e pepe.

Categories: Light, Pausa pranzo, Ricette, VEG, Vegano, Vegetariano

????????????????????????????????????

Barrette frutta e cereali

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Qualche tempo fa avevo comprato delle bacche di goji per le mille qualità benefiche di questo alimento. Poi me ne sono dimenticata. Le ho ritrovate dietro una fila di mug nella dispensa, l’altro giorno… mi sono detta devo farci qualcosa. Allora, seguendo il letmotiv di questi 30 giorni detox, ho pensato di utilizzare altri ingredienti che avevo in casa e preparare delle barrette di cereali e frutta e miele.

Dopo una mattinata di jogging o un pomeriggio in palestra o semplicemente per la colazione durante la settimana, quando abbiamo particolarmente bisogno di energie e poco tempo, sono l’ideale!

Ingredienti:

  • 250 g di avena e riso soffiato (oppure muesli)
  • 150 g di miele
  • 80 g circa di mandorle
  • 80 g circa di bacche di goji
  • 6 albicocche secce
  • la buccia grattugiata di un lime

1) Portare il miele ad ebollizione in una casseruola capiente. Una volta liquido, togliere dal fuoco e aggiungere l’avena (o il musli), le bacche di goji, le mandorle spezzettate grossolanamente e la buccia grattugiata del lime. Amalgamare con cura gli ingredienti con l’aiuto di un cucchiaio in legno.

2-3) Riporre l’impasto in una teglia, ricoperta da un foglio di carta da forno. Comprimere bene l’impasto creando una forma rettangolare (sarà più facile poi tagliare le barrette), dallo spessore di 1/2 cm.

4) Infornare per 35 minuti a 130°, forno ventilato possibilmente. Questo permetterà all’amalgama di seccare e raggiungere un bel colore dorato.

procedimento cereali

 

Togliere dal forno e lasciare raffreddare per una ventina di minuti, dopodiché tagliare le barrette con un coltello con la lama precedentemente oleata.

Le barrette si possono consumare con calma nel corso di una settimana. Io ho creato dei pacchettini individuali con la carta forno e poi li ho riposti in una scatola in latta. Il bello é che questa é solo una delle possibili mille varianti per preparare le barrette: possiamo aggiungere frutta disidratata, sostituire le mandorle con dei pistacchi o delle nocciole, e perché no, aggiungere delle scaglie di cioccolato…

 

 

Categories: Cucina, Dolci, Light, Ricette, Vegetariano

Verdure dimenticate

Verdure dimenticate al forno

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Il titolo, Verdure dimenticate, non è particolarmente invitante ma premetto che non mi riferisco a quelle verdure che giacciono per qualche giorno in più del dovuto nel cassetto basso del frigo. Sto parlando di quei tuberi colorati dalle forme un po’ mostruose che vanno tanto di moda. Si tratta di Topinabur (delle patate bitorzolute al sapore di carciofo), carote colorate, pastinaca (una carotona beige con un sapore dolce ma fresco). Sicuramente salutari, le ho comprate in realtà perché erano colorate ed ero curiosa.

Verdure dimenticate

Ingredienti:

  • 2 carote
  • 2 carote nere
  • 1 carota bianca
  • 2 topinabur
  • 1 pastinaca
  • 1 patata
  • 1 pezzo di zucca
  • 1 cipolla
  • rosmarino fresco
  • sale e pepe qb
  • olio EVO

Lavate e spazzolate le carote colorate che non vanno pelate come le loro cugine arancioni. Pelate i topinabur indossando dei guanti (la buccia del topinabur potrebbe rilasciare una resina che annerisce le mani, un po’ come i carciofi). Pelate la pastinaca, le patate e la zucca. Tagliate pastinaca e carote a lamelle, topinabur a rondelle sottili, patate e zucca a cubetti. Scottate tutte le verdure nell’acqua bollente a parte cipolla e zucca. Le verdure hanno tempi di cottura un po’ diversi, suggerrei di immergerli nell’acqua  separatamente per evitare che le carote nere colorino il resto delle verdure. Le carote avranno bisogno di bollire per 2 minuti (sempre che le lamelle non siano troppo sottili, è importatante che rimangano croccanti), i topinabur per un minuto, la pastinaca e la patata per 3 minuti. Disponete le verdure precotte in una teglia da forno, salate pepate, cospargete di foglioline di rosmarino e versate un filo d’olio evo.  Infornate a 200° per 15 minuti. Ho usato le verdure dimenticate al forno come contorno per il filet mignon à la normande pubblicato qualche settimana fa

Verdure_forno

Verdure dimenticate3

Categories: Cucina, Light, Pausa pranzo, Ricette, VEG, Vegano, Vegetariano

????????????????????????????????????

Bicchiere di yogurt, mirtilli e muesli

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Certamente dopo le feste abbiamo bisogno di rientrare bene nei nostri jeans senza trattenere il respiro, sono d’accordo. Credo che pero’ si possa fare attenzione alla nostra alimentazione, concedendoci di tanto in tanto qualche piccola innocente soddisfazione. Ecco allora un’idea semplice e veloce  che combina le proprietà antiossidanti del mirtillo fresco, con la cremosità dello yougurt greco e la crocantezza del muesli. Puo’ essere un’ottima colazione per iniziare bene la giornata, oppure un dessert per chiudere il pranzo in leggerezza.

Ingredienti:

  • yogurt greco
  • mirtilli freschi
  • muesli croccante della qualità preferita
  • 1 cucchiaino di miele (facoltativo)
  • menta fresca

Non ho indicato volontariamente le quantità, non é necessario essere precisi, sarà il bicchiere a indicarci le proporzioni.

Creo la base con un paio di cucchiai di muesli, aggiungo lo yogurt greco fino a metà bicchiere, termino con una manciata di mirtilli freschi e decoro con una fogliolina di menta. Io ci metto anche un cucchiaino di miele per dolcificare lo yogurt. Et voilà, il bicchiere é pronto.

Categories: Cucina, Dolci, Light, Pausa pranzo, Ricette, VEG, Vegetariano

vellutata di zucca e zenzero

Vellutata di Zucca e Zenzero

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Seduti intorno al tavolo imbandito il 31 dicembre eravamo in sei a condividere i nostri propositi per il 2016. Solo Zeno ha detto (credo) di voler raddoppiare il proprio peso e magari imparare a camminare. Tutti gli altri, un po’ provati dalla maratona di Natale e dall’età hanno dichiarato di voler adottare uno stile di vita più sano nell’anno nuovo. Liquidata la Befana, cominciamo oggi un nuovo corso, che durerà un mesetto o poco più. Ecco la prima ricetta sana del 2016: la vellutata di zucca e zenzero. In realtà l’abuso dell’aggettivo sano mi fa un po’ rabbrividire, prometto che cercherò un sinonimo che faccia un po’ meno Rosanna Lambertucci.

Ingredienti:

  • Un porro
  • 500g di zucca violina
  • 2 carote piccole
  • Zenzero fresco da 1 a3 cm circa a seconda dei gusti
  • Una patata piccola
  • 1,5 litri di brodo vegetale
  • Del coriandolo fresco
  • Un limone non trattato
  • Un filo d’olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe qb

Affettate a rondelle il porro e a cubetti il resto delle verdure. Saltate il porro e lo zenzero con un cucchiaino d’olio d’oliva, aggiungete quindi le carote, la zucca e la patata, salate moderatamente. Versate il brodo vegetale bollente una volta che le verdure saranno cotte ma ancora croccanti. Aggiungete un po’ di buccia di limone, io ne avrò messo più o meno 2 cmq. Fate cuocere per una quindicina di minuti, togliete la buccia di limone, quindi frullate il tutto e servite con un trito di coriandolo fresco  (che io non possedevo, avendo involontariamente ucciso la mia piantina) e un pizzico di  pepe.

Categories: Cucina, Light, Pausa pranzo, Primi, Ricette, VEG, Vegano, Vegetariano

Filet_impiattato

Filet mignon à la normande

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Ultima cena ricca prima di attuare gli immancabili buoni propositi dimagranti di inizio 2016. Vi presento oggi un secondo invernale che viene dalla Normandia: il filet mignon alle mele e al sidro. Per la preparazione ho preso spunto dalla pagina di cucina di Le Monde rivedendo le dosi . Le foto, nonostante reiterati tentativi di post-produzione, sono un po’ meno belle di come avrei voluto.

Ingredienti per 3 persone:

  • Un filetto di maiale, 350 g circa
  • 3 mele (io ho usato la qualità Jonagold)
  • Due riccioli di burro
  • 2 cucchiai di panna
  • Sale e pepe qb
  • Un filo di olio evo
  • Un bicchiere di sidro brut
  • Qualche rametto di timo fresco

Ingredienti_Filet_Mignon

Fate rosolare il filetto in una padella con una noce di burro, salate e pepate e girate il filetto più volte per ottenere una colorazione regolare su tutta la superficie. Coprite con un coperchio, aggiungete mezzo bicchiere di sidro e fate cuocere a fuoco dolce per 5 -10 minuti a seconda dello spessore del filetto. A metà cottura aggiungete le mele sbucciate e tagliate a fette e i rametti di timo fresco. Cottura_Filet_MignonA cottura ultimata rimuovete il filetto, le mele e il timo dalla padella e versate del sidro per deglassare il fondo. Riducete il liquido della metà sempre a fuoco dolce e aggiungete un paio di cucchiai di panna. Ripassate brevemente il filetto nella salsa. Servite il filetto tagliato in medaglioni, per una cottura perfetta il filetto dovrà essere leggermente rosato all’interno. Io ho accompagnato il filetto con un contorno di verdure dimenticate al forno (carote colorate, topinambur, zucca e patate) e con le mele.

Filet_impiattato

 

Categories: Cucina, Secondi