torta mele

Torta di rose alle mele

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Tema del week end: fiori, fiori e ancora fiori. E’ primavera finalmente, e fintanto che abbiamo un po’ di sole bisogna approfittarne al 110%. Qualche tempo fa ho visto la foto di una torta super romantica e un po’ shabby chic su Pinterest, e ho pensato immediatamente di prepararla. C’è da dire che qualche giorno dopo ho trovato su qualche sito, una serie di foto di tentativi di replicare nella realtà i dolci meravigliosi di Pinterest, impietosamente a confronto con gli originali… ho pensato ok… ci provo lo stesso… Sabato mattina ero estremamente ispirata, così mi sono alzata abbastanza presto e mi sono messa a lavoro. Non avevo la ricetta precisa, così ho cercato di reinterpretarla. Per dare un tocco floreale al dolce ho aggiunto dell’aroma di fiori d’arancio alla crema pasticcera, mentre per la base ho fatto una pasta frolla con farina di mandorle. È un dolce piuttosto facile nell’insieme, ci vuole sole un po’ di pazienza per fare le roselline, ma io mi sono divertita.

Ingredienti per la frolla:

  • 1 uovo
  • 75 g di burro ammorbidito
  • 150 g di zucchero
  • 150 g di farina
  • 70 g di farina di mandorle
  • 1 pizzico di sale

uova

 

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 3 uova intere
  • ½ litro di latte
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 50 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio
  • 1 scorzetta di limone

Per la decorazione:

  • 3 mele Pink Lady
  • 1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio
  • 2 cucchiai di zucchero
  • Alcune gocce di limone
  • 1 dl d’acqua

mele

Ho iniziato con la preparazione della pasta frolla. In una terrina ho mescolato la farina, la farina di mandorle lo zucchero e il pizzico di sale, ho creato un piccolo cratere e ho aggiunto l’uovo e il burro tagliato a dadini leggermente ammorbidito. Ho lavorato con le mani fino ad ottenere una pasta uniforme, dopo di che ho creato una palla, avvolta nella pellicola e messa in frigo a riposare.
Ho preparato in seguito la crema pasticcera. Ho portato a sobbollire il latte con l’estratto di vaniglia (non avevo in casa le bacche), la scorzetta di limone e ho aggiunto alla fine il cucchiaio di acqua di fiori d’arancio. Ho tolto dal fuoco. In una casseruola ho lavorato le uova con lo zucchero e ho incorporato poco a poco la farina per evitare la formazione di grumi. Ho aggiunto in due fasi il latte bollente e ho rimesso sul fuoco continuando a mescolare finché la crema non si è rassodata. L’ho quindi messa in un contenitore e ho lasciato raffreddare.

crema pasticcera
Ho ripreso la mia pasta frolla, lo adagiata sul piano di lavoro con un po’ di farina e l’ho spianata con un mattarello ad uno spessore di un centimetro, poco meno. Ho preso lo stampo per crostate di 20 cm e dopo averlo imburrato ci ho steso la pasta frolla. L’ho bucherellata con una forchetta e poi l’ho ricoperta con della carta da forno e ho messo dei fagioli secchi a fare da peso in modo che la pasta non crescesse in forno durante la cottura. Ho infornato a 180° per 20 minuti. Ho poi tolto dal forno, rimosso i fagioli e la carta, e re infornato per altri 5 minuti a forno ventilato perché prendesse un bel colore dorato.

torta di mele 5
Ho iniziato a questo punto la preparazione della parte scenica della torta, le mele. Ho lavato le mele, tagliate a metà nella lunghezza, ho rimosso il torsolo lasciando naturalmente la buccia e ho tagliato tante fettine sottili (circa 3-4 mm di spessore). Intanto ho portato a ebollizione in una casseruola l’acqua con lo zucchero, l’aroma di fiori d’arancio e il limone. Ho tagliato le fettine più rapidamente possibile in modo che non avessero il tempo di ossidarsi e le ho passate nello sciroppo bollente per circa 2-3 minuti in modo che si ammorbidissero. Ho quindi scolato le fettine di mela e lasciato intiepidire.
Ho finalmente iniziato la composizione della torta. Ho preso la teglia con la pasta frolla, ho aggiunto la crema pasticcera e livellato con una spatola. Ho iniziato quindi la preparazione delle roselline di mela arrotolando circa 2 o tre fettine per ogni bocciolo, che ho poi appoggiato sulla crema pasticcera perché non si aprisse. Ho disposto le rose iniziando dalla circonferenza esterna della crostata riempiendo mano a mano tuta la superficie di crema pasticciera. A lavoro ultimato, ho rimesso in forno la torta per altri 5 minuti perché le rose appassissero leggermente, ho poi spolverizzato con dello zucchero a velo.

torta mele 4

Categories: Cucina, Dolci, Vegetariano

carciofi

Risotto ai carciofi

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Se c’è una cosa che mi piace fare e, secondo alcuni vicini a me, mi viene anche bene è il risotto. Una volta capito il procedimento di base, non è affatto difficile da preparare, inoltre è un piatto che mi fa sentire a casa. La scelta del riso adatto a fare il risotto, al supermercato francese medio è piuttosto ridotta, ma si riesce comunque a trovare il Carnaroli o l’Arborio d’importazione. Ho provato anche il riso della Camargue, nella varietà rond (tondo). Ha dei chicchi piccoli e compatti, è profumato e ricorda un po’ il Vialone Nano, normalmente viene utilizzato come accompagnamento nei piatti principali a base di carne o di pesce, ma si adatta bene anche per un risotto veloce e casalingo.

In settimana ho comprato un piccolo mazzo di carciofi dal fruttivendolo sotto casa e siccome oggi eravamo nel tempo limite di utilizzazione ho pensato: perché non farne un bel risotto come pranzo della domenica?

Ingredienti per 4 persone :

  • 2 carciofi medi puliti
  • 4 mezzi bicchieri di riso Carnaroli
  • ½ cipolla bianca
  • ½ bicchiere di Sauvignon bianco
  • Olio d’oliva
  • 1 cucchiaio di pancetta affumicata
  • 1 foglia d’alloro
  • Sale e pepe qb
  • 1 litro di brodo
  • 20 g di burro
  • Parmigiano reggiano a piacere

Iniziamo subito con la pulizia dei carciofi: eliminare parte del gambo e togliere i primi due strati circa di foglie esterne, fino ad arrivare alla parte più interna del carciofo dove le foglie sono più tenere e più chiare. Eliminare poi l’estremità del carciofo con un coltello (la punta delle foglie sulla sommità del carciofo). Tagliarlo in 4 parti e eliminare con il coltello la “barba”interna. A parte, preparare una ciotola con dell’acqua fredda e succo di limone. Quindi risciacquare le parti di carciofo sotto l’acqua corrente e successivamente immergerle nel preparato di acqua e limone per evitarne l’ossidazione.

ingredienti risotto
Prepariamo il fondo per il risotto : mettere in una casseruola un filo d’olio d’oliva, la cipolla tagliata sottile e la pancetta. Non appena la cipolla imbiondisce aggiungere il riso e fare tostare per un paio di minuti. La tostatura del riso è importante per preservare la forma dei chicchi e per fare in modo che l’amido non venga rilasciato eccessivamente durante la cottura. Successivamente aggiungere il vino bianco secco e lasciare che evapori. Solo a questo punto possiamo iniziare a aggiungere il brodo vegetale che avremo preparato a parte.
Continuare a cuocere per il tempo necessario, che varia dal tipo di riso dai 15 ai 20 minuti. Non appena il riso sarà cotto, togliere dal fuoco.

mantecatura
Terminiamo la preparazione con la mantecatura: a fuoco spento mettiamo nella pentola il burro e il Parmigiano Reggiano grattugiato e incorporiamo al risotto mescolando energicamente con un cucchiaio di legno fino a dare un aspetto cremoso al risotto … e finalmente impiattiamo.

Se siete amanti del genere, date un’occhiata alla ricetta del risotto ai mirtilli e Saint Agur.

risotto ai carciofi

Categories: Cucina, Primi, Ricette

torta pere e cioccolato

Torta al cioccolato e pere

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

^3106A89AFA065D95C3840BDDF9ACAC8ABE6E9A18EAA8BAC979^pimgpsh_fullsize_distrMariarosa torna a trovarci e in questo post ci propone un’ottima torta pere e cioccolato.
Mariarosa è friulana, ma il suo cuore batte con il ritmo pulsante di Napoli. Vive un po’ in Francia e un po’ in Italia. Ha iniziato a cucinare di recente e già molti dei suoi piatti sono dei piccoli capolavori, sarà forse l’eredità del papà cuoco?

 

Metti il buonumore perché fuori c’è il sole, un po’ troppo cioccolato in casa, la voglia di fare un dolce goloso e degli amici a cena, unisci tutto e il risultato è questa torta soffice fruttata e golosa ideale per colazione o merenda, accompagnata da una tazza di latte!

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 150 gr farina 00
  • 100 Gr fecola di patate (in alternativa 250gr farina 00)
  • 120gr zucchero
  • 150 gr cioccolato fondente
  • 70 gr burro
  • 100 ml latte
  • 1bustina di Vanillina
  • 1bustina lievito x dolci
  • 2 pere (Williams o Abate)
  • zucchero a velo (facoltativo)

DSC_0446

Montate la uova intere con lo zucchero per circa 10 minuti, a medio-alta velocità per ottenere un composto ben spumoso e chiaro. Nel frattempo sciogliete il cioccolato fondente con il burro a bagnomaria. Aggiungete il latte al composto, unite la farina setacciata con lievito e fecola di patate (o la farina se non avete la fecola) e amalgamate evitando i grumi. Unite anche la vanillina e, infine, il cioccolato fuso e il burro. Tagliate una delle 2 pere a pezzetti piccoli e l’altra a fettine sottili. Aggiungete le pere a pezzetti all’impasto e mescolato. Versate il composto in uno stampo imburrato e infarinato, livellate bene e aggiungete le pere a fettine a raggi di sole sull’impasto.

torta in forma

Cuocete in forno a 180grad i per 40/50 minuti ovviamente fate sempre la prova stecchino.

Lasciatela raffreddare e poi spolverizzatela di zucchero a velo

Buon appetito!

fetta ravvicinata

Per gli amanti dell’abbinamento pere e cioccolato, una torta crumble, perfetta per il tè delle cinque.

 

Categories: Cucina, Dolci, Ospiti, Ricette, Vegetariano

Bruschette Albicocche Compté

Bruschette al Comté d’Alpage e albicocche secche

FacebookTwitterGoogle+Pinterest

Un pasto per essere buono non deve essere frutto di grandi elaborazioni. A volte è sufficiente saper accostare ingredienti d’eccellenza in maniera non scontata. Mentre ci lambiccavamo il cervello per trovare una ricetta con la quale partecipare al concorso culinario #sedici_caseari, abbiamo preso nota (su di un romanticissimo foglio excel) di alcuni possibili abbinamenti per le prossime ricette e la possibilità di servire insieme albicocche e formaggio stagionato ci ha intrigato particolarmente.

Dopo il risotto ai mirtilli e Saint Agur ecco un’altra coppiata vincente formaggio – frutta. Dunque, oggi una ricetta velocissima, adatta a un aperitivo tra amici o un antipastino rapido: Bruschette al Comté d’Alpage e albicocche secche.

Il Comté d’Alpage è un formaggio prodotto artigianalmente da secoli nell’Alta Saona nel dipartimento francese della regione Franca Contea (Franche-Comté). Le grandi forme (da 35 a 60kg l’una) presentano una crosta irregolare bruna, mentre la pasta, priva di buchi, è tra il giallo e l’avorio. Il gusto è molto ricco, data la stagionatura su assi di abete rosso e l’uso di latte estivo.

Ingredienti:

  • Alcune fette di pane di segale (pane nero tedesco)
  • Comté d’alpage a piacere
  • Albicocche secche

Ingredienti Bruschette

Preriscaldate il forno a 200°C. Distribuite sulle fette di pane del formaggio grattugiato a scaglie e aggiungete le albicocche secche tagliate a striscioline o a pezzettini. Infornate per circa 5-7 minuti fino a quando il formaggio non sarà fuso e leggermente dorato.

Se vi piace completate il tutto con una macinata di pepe nero e un po’ di granella di nocciole (che purtroppo noi non avevamo). Servite le bruschette calde!

DSC_0775

Categories: Cucina, Ricette, VEG, Vegetariano